Vivian Maier e la prematura scoperta

17021453_1273940179341379_4887014322758008033_n

di ANTONIO CARBONE

Quando penso alle foto di Vivian Maier, che hanno dovuto aspettare tutto questo tempo per vedere la luce, mi vengono in mente quei semi ritrovati durante gli scavi delle tombe dei faraoni che a distanza di millenni si sono rivelati ancora in grado di germogliare.

Forse è per questo che mi sorge il timore che questa scoperta sia prematura. Che probabilmente queste fotografie andavano lasciate ancora alla loro latenza, non tanto per impedire quel quasi scontato mercimonio, ma per far sì che nel frattempo maturasse pure uno sguardo nuovo.

L’impressione infatti è che noi non siamo contemporanei ad esse, non per l’inevitabile scarto di tempo passato, ma paradossalmente per averlo annullato, quello scarto, per il troppo guardare.

Vivian Meier – Ilex Gallery

–––––––––––––––––––––––––––––––––––––––

Ritratto3 copia
 ANTONIO CARBONE, tra gli ultimi lavori fatti, ha curato per la trasmissione di Raitre, Un giorno in Pretura, la realizzazione di diverse puntate tra cui quelle relative al processo per la morte di Stefano Cucchi, lo scandalo di Calciopoli, e per l’irruzione della polizia all’interno della Diaz nel luglio del 2001. E Per RaiStoria i documentari su Giuseppe Fava, Peppino Impastato e Mauro Rostagno.